Nelle giornate del 16/17/18 marzo il circuito “Mari e Monti” riparte con la tappa di Savona, sono state tre giornate caratterizzate da forti piogge nel Savonese, con ben due giorni di allerta meteo, lascio immaginare a voi le enormi difficoltà incontrate soprattutto dai segugi a svolgere le fasi richieste. Poca l’olfattazione, selvatici non ben rimessi, nervosi, che si davano alla fuga in modo perentorio, ma è stato gravoso pure il compito degli organizzatori , accompagnatori (a cui và un grosso merito se le prove hanno successo) e giudici preposti a redigere relazioni tecniche. Al cospetto dei giudici designati Felice Bracco, Giovanni Gaino e Andrea Schiappacasse, si sono sfidati 22 singoli,15 coppie e 8 mute, giunti da svariate regioni Italiane.

L’articolo prosegue a pag. 6 del numero 53 di Cianghiale&Cani in edicola

Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *