Sabato 27 giugno 2020, in località Castiglione di Tornimparte in provincia dell’Aquila è stato organizzato il primo raduno dell’anno de I pazzi segugisti d’Italia, gruppo che nonostante la pandemia portata dal Coronavirus non ha mollato i suoi componenti e con grande sacrificio ha portato a termine questo primo obiettivo. Il gruppo formato da persone di tutta Italia ha esteso l’invito anche a noi, come rivista, di essere presenti all’evento e poter toccare con mano l’aria che si respira tra un gruppo di amici che hanno la stessa passione per i segugi. Momento di condivisione anche con le proprie famiglie dove anche se si parla di segugi ci sono momenti di puro divertimento dove ognuno apporta la sua storia nel gruppo. Dal Veneto, precisamente da Valdobbiadene in provincia di Treviso sono giunti Renzo e Alberto Rebuli che con il loro prosecco hanno inebriato il pasto. L’azienda situata in un luogo incantevole nel cuore del Prosecco Superiore DOCG, precisamente in località San Pietro di Barbozza, l’Azienda Agricola di Renzo Rebuli nasce nei primi anni ottanta. Dall’Umbria c’erano Agostino e Maurizio Antonelli, Angelo Paoli, Nunzio Latini, Giampiero Ferranti e Paolo Toglietti; dalla Toscana Marcello e Laura Lanzini, Giuliano Brandi e Laura, Bruno Santini; da Bari Giuseppe Quarato e Annamaria, Giuseppe Pepe; dal Lazio Gabriele Ciasco, Fabrizio (detto motorino) Stefano, Mariano; dall’Abruzzo Marcello Sebastiani, Gianni Massari, Daniele-Fausto-Vincenzo e Mattia Porfirio e Vincenzo Zaccagnini; gli organizzatori del posto Giorgio Conti, Aleandro Masciocchi, Salvatore Tresca, Marcello Buttari, Antonio Verdicchio e Aldo Giansante che ci ha permesso di mangiare bene, che si è occupato della cucina con tanta passione facendo assaggiare piatti tipici del posto.

L’articolo prosegue a pagina 30 del numero 21 di Lepre Cani e Caccia attualmente in edicola.

Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *