Si è tenuto a metà settembre ad Atessa, il 38º CampionatoIitaliano per cani da seguita su cinghiale della Libera Caccia, nelle categorie “singolo” e “coppia”.
Quest’anno, la situazione Covid-19 aveva impedito di poter svolgere questa prova nei tempi programmati, ma l’associazione ha voluto recuperarla in queste due giornate, consci delle problematiche relative all’organizzazione con le varie restrizioni anti covid, e del fatto che in questo periodo probabilmente il clima non avrebbe agevolato il lavoro dei cani.
Non per ultima difficoltà, la prematura scomparsa del proprietario e gestore dell’hotel ristorante “Il Castello”, nel quale ormai da anni era il punto logistico durante lo svolgimento di queste manifestazioni, ha lasciato un profondo dispiacere visto l’ormai rapporto amichevole, oltre che collaborativo, che si era instaurato con una persona sempre sorridente, professionale e cortese, oltre che un’incertezza sulla futura disponibilità della struttura ad ospitare la nostra manifestazione. Dopo aver passato alcuni giorni alla ricerca di conferme e soluzioni organizzative per trovare modalità e territori idonei allo svolgimento delle prove, e per ovviare alle problematiche imposte dalle normative anti covid, hanno deciso di confermare la prova e sperare che le varie problematiche non si presentassero più pesanti di quello che sembravano. Hanno quindi lavorato incessantemente per pianificare tutti i dettagli, e credo che anche stavolta sia andata abbastanza bene…
L’organizzazione spera di aver messo a proprio agio concorrenti e giudici, permettendogli di passare delle belle giornate di competizione cinofila, ma anche di serenità, divertimento, amicizia e condivisione. In rappresentanza della regione ospitante, si ringrazia innanzitutto il Presidente Nazionale Paolo Sparvoli e tutto l’ufficio di presidenza, il delegato nazionale alla cinofilia Luigi Parsi, che accorda la fiducia, insieme a tutti i delegati regionali alla cinofilia segugistica, di poter ospitare questa importante manifestazione associativa per il settore cinofilia. I giudici che con la loro esperienza permettono, oltre che un corretto svolgimento delle prove, anche una crescita professionale degli aspiranti giudici. Un particolare ringraziamento va ad Adriana, Maria, Loredana e tutto lo staff dell’hotel ristorante Il Castello Di Perano, che hanno accolto tutti con la professionalità, la cortesia e la sempre pronta disponibilità. Testimonianza dell’ “impronta” che il caro Silvio ha lasciato a tutto il suo staff, come stile professionale di accoglienza e di cordialità.

L’articolo prosegue a pagina 36 del numero 68 di Cinghiale&Cani attualmente in edicola

Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *