La chianina è una razza bovina italiana un tempo utilizzata come forza motrice e ora allevata esclusivamente per la produzione di carne. Deve il suo nome alla Val di Chiana: generalmente ritenuta una razza autoctona dell’Italia Centrale (Lazio, Toscana e Umbria). È una razza di antiche origini, conosciuta da più di 2000 anni. Fu già citata da Plinio il Vecchio e altri autori latini (Bos vastos et albus) ed era utilizzata come razza da lavoro da Romani ed Etruschi; inoltre per il suo candido mantello era utilizzata nei cortei trionfali e nei sacrifici alle divinità.

Caratteristiche
È un bovino di taglia molto grande, nei maschi più di 190 cm di altezza al garrese, con un peso che può arrivare a 1.700 kg; nelle femmine si superano i 155 cm al garrese e si arriva a un peso di 1.100 kg. È caratterizzata da gigantismo somatico, tra le razze bovine è quella che raggiunge le maggiori dimensioni. Il mantello è bianco porcellana in entrambi i sessi con aperture naturali pigmentate.

L’articolo, un ampio reportage sulla problematica di gestioen del territorio, prosegue a pagina 36 del numero 64 di Cinghiale & Cani in edicola e acquistabile sul nostro sito qui

Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *