Questo interessante tour ci porta nuovamente in Alba, in provincia di Cuneo; ma la capitale delle Langhe è solo la nostra base. A pochi chilometri, il territorio della sinistra Tanaro ci accoglie con le sue bellezze artistiche e soprattutto paesaggistiche, tra ridenti colline vitate e lunghe pianure in cui l’orticoltura trova condizioni pedoclimatiche ideali unitamente a seminativi di cereali e noccioleti.
Per la caccia e la pesca, le occasioni non mancano, mentre gli appassionati di vini e gastronomia il viaggio sarà un’ottima occasione per utili incontri e convenienti acquisti.
Guarene
Posto in alto su un colle, con un panorama mozzafiato, Guarene ha conservato interessanti edifici storici. Citiamo il castello, oggetto di varie contese nel corso dei secoli. Venne anche distrutto e sulle rovine fu innalzata l’attuale costruzione, improntata al classicismo dello Juvarra su disegno del conte Giacinto Roero. Palazzo Re Rebaudengo è un bell’edificio settecentesco restaurato e trasformato in spazio espositivo. Ospita, infatti, seminari, laboratori didattici. Ambedue gli edifici fanno parte del circuito dei “Castelli Aperti” del Basso Piemonte. Interessante la Chiesa della Santissima Annunziata. Obbligatorio recarsi al “Poggiolo Panoramico”. Dalla struttura, la meravigliosa visione della pianura albese, delle basse Langhe, con il corso del Tanaro e le rocche di Alba e Barbaresco è unica.

L’articolo prosegue a pagina 20 del numero 59 di Cinghale&Cani

Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *