Negli anni abbiamo pubblicato con piacere e in diverse occasioni pagine di Gionata Amorini, lo abbiamo intervistato chiedendogli quale era la sua idea di muta soprattutto nella fase di addestramento e di prove lavoro, dove i suoi segugi in un tempo stabilito devono dare il meglio di se. Reduce dalla Coppa Europa in Francia oggi lo incontriamo durante una giornata di caccia.
Siamo alla seconda settimana dopo l’apertura alla stagione di caccia alla lepre 2019, il tempo è a nostro favore dove il cielo azzurro ci permette di vedere l’orizzonte e il panorama bellissimo della zona dei comuni di Matelica ed Esanaotia.
Si parte, una volta sistemate le poste Gionata apre lo sportello della macchina e la bellissima muta di segugi italiani a pelo raso fulvi alle prime luci del sole sembra che cambiano colore nel correre tra i terreni di caccia.

L’articolo prosegue a pagina 24 del numero 19 di “Lepre Cani e Caccia” in edicola.

Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *