In questo numero la nostra sezione dedicata al veterinario ci illustra la problematica del forasacco, un insidia per tutti i cani. La parola “forasacco”, è un termine generico che sta ad indicare le reste delle graminacee, ovvero quelle spighe accomunate dalla peculiarità di penetrare sia all’interno di orifici naturali (es. cavità nasali, bocca, occhio, condotto uditivo, apparato genitale) che attraverso lo strato integro dell’epidermide del cane grazie alla loro forma lanceolata ed a una zigrinatura superficiale, poco visibile ad occhio nudo.

L’articolo prosegue a pagina 34 del numero 55 di Cinghiale&Cani

Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *